Silenzio di tomba

Cronache che non siamo noi gli eroi, ma semplici spettatori. Ustioni sulle braccia, una figuraccia, una battutaccia, una candela accesa e un cero. Io non ero fra i presenti a quella messa funebre. Me l’hanno raccontata e mi è dispiaciuto. Voci straziate dal pianto e occhi che erano una manto di lacrime, corpi che mi trasportavano. Anch’io sono un corpo senza più vita. E no, non posso dunque pensare né leggere questo messaggio che dai vivi è stato scritto per altri vivi come epitaffio. Solo silenzio, silenzio di tomba.

Lascia un commento